Il Comune di Cuasso al Monte è inserito nel contesto paesaggistico della Valceresio, una delle famose valli varesine. La Valceresio in particolare, collega la città di Varese al Lago Ceresio spesso denominato Lago di Lugano dal nome della più importante città che vi si affaccia. Il nome Ceresio deriva dal periodo romano e la sua traduzione più precisa è: più blu del cielo.

Il territorio di Cuasso al Monte si affaccia sulle sponde del Ceresio di fronte a Morcote, lungo la strada che collega Porto Ceresio a Ponte Tresa. A soli 15 km da Varese e a meno di 5 dalla Svizzera, Cuasso, oltre ad essere la meta ideale per una vacanza ricca di natura, immersa nei colori intensi del paesaggio delle prealpi lombarde, è anche un centro dal quale e’ possibile visitare località turistiche importanti che distano solo poche decine di minuti: tra le altre Lugano, Campione d’Italia, Varese, Como, Ponte Tresa, Luino, Campo dei Fiori, Angera.

Il nome

Nel 1200 compare per la prima volta il “Locus Cuvaxi” (Posto nel covo) intendendosi la Rocca (“Castelasc”) edificata dai Longobardi su di una precedente costruzione di epoca romana, ed usata nel Medioevo come ricovero per i villici durante le incursioni delle genti Retiche e Grigioni.

Curiosità

Il Comune di Cuasso al Monte è suddiviso in una serie di frazioni che meritano una visita per il variare della tipologia ambientale e per particolari architettonici.

Cuasso al Piano è costituito da nuclei abitati, in certo qual modo differenziati, a quote differenti, data la morfologia del territorio. Il primo di questi nuclei, Cuasso al Piano di Sopra (370 m. circa) è disposto lungo la via che sbocca sulla strada comunale che conduce a Cuasso al Monte; il secondo, Cuasso al Piano di Sotto (300 m. circa) si trova raccolto intorno al bivio costituito dalla strada che porta a Porto Ceresio e quella che collega i due nuclei. Borgnana: il nucleo originario di Borgnana si trova collocato a lato della strada che, salendo da Cuasso al Piano, conduce a Cuasso al Monte.

Tra gli elementi significativi all’interno dell’abitato di Borgnana, emerge sicuramente l’affresco situato in una piccola cappella affacciata su una strada: la Madonna col Bambino e un Santo, realizzato con maestria e finezza sia nel disegno sia nello studio cromatico. Questo elemento, insieme con la Chiesa della Beata Vergine Immacolata, a breve distanza dall’abitato, testimonia la devozione che animava i suoi abitanti.

Cuasso al Monte

Il nucleo abitato originario di Cuasso al Monte risulta collocato ad una sola quota (circa 520 m. s.l.m.), su di un pendio rivolto a Sud-Est, l’identità dell’abitato di Cuasso al Monte è rappresentata dall’uso di materiali da costruzione locali (porfido e pietra), utilizzati anche per la realizzazione di elementi quali portoni, scale, architravi, modanature, e dalla rete di vicoli e stradine che lo percorrono interamente.

Al suo interno è rilevante la presenza del cinquecentesco Palazzo Sabaino, casa di residenza e, in seguito, di villeggiatura dell’ omonima famiglia, proprietaria di numerosi terreni nei dintorni.

E’ opportuno segnalare anche la presenza di numerosi affreschi, molti dei quali ormai illeggibili e degradati, a carattere generalmente sacro: tra questi, interessante e’quello raffigurante la Madonna col Bambino, datato 1776.

Un interessante approfondimento da LombardiaBeniCulturali.it

Torna all'inizio del contenuto